Ilottobre deldC sembra un venerd qualsiasi a Pompei, una citt abitata da circa dodicimila persone che, come innumerevoli altre nell Impero, lavorano, vanno alle terme, fanno l a Ma alledal vicino Vesuvius si sprigiona una quantit di energia pari a cinquantamila bombe atomiche e, in meno di venti ore, sotto un diluvio ustionante di ceneri e gas, Pompei soffocata da sei metri di pomici, mentre la vicina Ercolano viene sepolta sotto venti metri di fanghi compatti Migliaia di uomini e donne cercano di scappare, invocano gli d i, ma trovano una morte orribile E solo in epoca moderna saranno scoperti alcuni dei loro corpi, contorti nella disperazione della fuga Dopo molti anni passati a studiare la zona vesuviana, con il supporto di archeologi e vulcanologi Alberto Angela ricostruisce come in presa diretta i giorni che ne segnarono il tragico destino Per farci respirare le atmosfere di quei momenti, individua alcuni personaggi storicamente esistiti la ricca matrona Rectina, un cinico banchiere, un politico ambizioso e li segue passo dopo passo, in un percorso che si pu fare ancora oggi, per strade, campagne, case o locali pubblici In questo modo, non solo ci fa scorrere davanti agli occhi la vita quotidiana prima e la morte poi come in un film mozzafiato, ma d anche nuove, illuminanti risposte a intriganti interrogativi perch nessuno si era accorto di vivere alle pendici di un vulcano killer Come mai alcune eleganti domus erano diventate laboratori artigiani E che cosa legava Plinio il Vecchio, naturalista e ammiraglio scomparso nella tragedia, all affascinante Rectina Dettagliatissimo e aggiornato con gli studi pi recenti, un viaggio emozionante nel mondo antico, lo sconvolgente reportage di una tragedia, un libro unico che si legge come un romanzo e ha la profondit di un grande saggio ildC benvenuti a Pompei


10 thoughts on “I tre giorni di Pompei

  1. Arybo ✨ Arybo ✨ says:

    Anche qui Alberto Angela ci presenta il mondo romano attraverso una sorta di viaggio temporale tra le strade e le piazze di una citt o di un intero impero L aveva fatto gi in Una giornata nell antica Roma, in A e sesso nell antica Roma e in Impero In questo caso, per , ci ritroviamo in un momento molto delicato difficile far capire come quella di Pompei sia stata una vera e propria tragedia, che ha distrutto intere popolazioni ed ha raso al suolo pi che altro, sepolto grandi centri Anche qui Alberto Angela ci presenta il mondo romano attraverso una sorta di viaggio temporale tra le strade e le piazze di una citt o di un intero impero L aveva fatto gi in Una giornata nell antica Roma, in A e sesso nell antica Roma e in Impero In questo caso, per , ci ritroviamo in un momento molto delicato difficile far capire come quella di Pompei sia stata una vera e propria tragedia, che ha distrutto intere popolazioni ed ha raso al suolo pi che altro, sepolto grandi centri abitati, per non parlare di ville o aziende agricole L autore riesce a far capire che quei corpi in gesso che i turisti fotografano con un sorriso sulle labbra sono persone vere, che hanno vissuto ed hanno pianto, riso, amato, litigato, mangiato, respirato E poi arrivato il mostro, in varie fasi, che ha cristallizzato un mondo sotto metri di ceneri, lapilli e lava Intere abitazioni sommerse, uomini, donne e bambini pietrificati nell atto di ribellarsi, di respirare, di abbracciare i congiunti un libro umano ed umanista mostra la parte tragica e la parte affascinante di Pompei Da una parte la sorte disperata degli abitanti, dall altra la loro vita prima del cataclisma Un universo intero che, grazie alla scoperta alla fine del Settecento di Pompei ed Ercolano, ha dato inizio alla moda dell archeologia, tanto che gli stili pompeiani verranno diffusi in tutta l Europa, nel mondo contemporaneo un saggio, certo, ma non pesantissimo, perch Alberto Angela scrive cos come parla, diretto e semplice, ma intelligente e sagace Riesce a descrive convenzioni, oggetti artistici o miti come se fosse il suo pane quotidiano penso proprio che lo sia , senza fare pesare la sua cultura su chi lo ascolta o, in questo caso, lo legge Sfata molti miti su Pompei l eruzione sarebbe avvenuta in autunno e non in estate ci spiega anche il perch , un ladro si nasconderebbe dietro l uomo ricoperto di collane e gladi e non Plinio il Vecchio , una gentildonna si sarebbe rifugiata insieme ad altre persone in una palestra gladiatoria non vi avrebbe trovato la morte durante un convegno amoroso con un gladiatore Quello che pi stupisce la vivacit e la modernit che la vita di Pompei doveva avere nel sangue e nelle vie motti di spirito graffiti alle pareti, scene divertenti o emozionanti dipinti sui muri, testimonianze di un mondo esuberante, vivo, in continua trasformazione Alberto Angela, ad esempio, ci descrive come la citt non sia ritrovo di ricchi altolocati di antica stirpe, quanto un vero e proprio ring dove si incontrano continuamente i liberti imperiali o meno ormai ricchi, che hanno fatto una scalata sociale rapidissima, fino ad avere sotto di s coloro che prima erano loro eguali altri schiavi sembra strano, poi, vedere come gli ex schiavi trattino malissimo i loro ex colleghi Insomma, un universo interessantissimo, pieno di curiosit e stranezze, scene quotidiane di una vita di duemila anni fa fermate da un avvenimento catastrofico equivalente ad un Hiroshima naturale anche vero che, in realt , questa patina di normalit e gaudio spesso mostrata dai film sbagliata le citt intorno al Vesuvius sono state vittime di terremoti continui almeno da una ventina di anni prima del 79, alcune case sono ancora in restauro o ristrutturazione mentre la nuova fase vulcanica prende vita, eruttando pietre, magma, lapilli, pomici e, infine, magma Si sfata anche il mito del Vesuvio comico in realt , il monte il Vesuvius era considerato un monte a tutti gli effetti, che grazie alle terre vulcaniche, regalava frutti in abbondanza i romani ringraziavano gli dei della sua esistenza era piatto, come potrebbe esserlo l Uluru in Australia diversa composizione, certo, ma simile forma E poi, come avvenuta la distruzione di Pompei ed Ercolano Non certo come mostrano la maggior parte dei film odierni Basterebbe vedere le immagini dell eruzione del 1902 del monte Pelee in Martinica, o quelle del 2014 della grande colonna piroplasmatica nata dal vulcano Tavurvur in Papua Nuova Guinea, o quelle del 1980 del mount Saint Helen, per capire le varie fasi della tragedia.In conclusione, un libro che consiglio a tutti, anche letto a piccole dosi Alberto Angela ci tiene a ribadire certi concetti, che si trovano spesso nelle numerose pagine del volume Buona lettura


  2. Giovanna Giovanna says:

    Ho fatto la corte a questo libro per mesi e, grazie ad una promozione della Rizzoli, sono finalmente riuscita a metterci le mani sopra Saprete ormai che amo la storia e quando posso cerco sempre di leggere, se non un saggio, almeno un romanzo storico di qualit I tre giorni di Pompei riesce a coniugare egregiamente le caratteristiche di entrambi i generi, una peculiarit che rende la lettura piacevole e scorrevole.Alberto Angela porta avanti la sua inchiesta sui giorni dell eruzione del Ves Ho fatto la corte a questo libro per mesi e, grazie ad una promozione della Rizzoli, sono finalmente riuscita a metterci le mani sopra Saprete ormai che amo la storia e quando posso cerco sempre di leggere, se non un saggio, almeno un romanzo storico di qualit I tre giorni di Pompei riesce a coniugare egregiamente le caratteristiche di entrambi i generi, una peculiarit che rende la lettura piacevole e scorrevole.Alberto Angela porta avanti la sua inchiesta sui giorni dell eruzione del Vesuvius attenzione, non ho usato di proposito Vesuvio e nel libro vi verr spiegato perch muovendosi proprio come farebbe un investigatore.E ci che rimane oggi di Pompei, ma non solo, a raccontargli e raccontarci quella tragica storia.Partendo da Rectina, inizia il nostro viaggio attraverso gli occhi di diversi abitanti della citt il giorno peima dell eruzione.Riusciamo in questo modo a scoprire le abitudini e le usanze di quel tempo, la struttura e le caratteristiche delle case, ma anche la situazione socio economica della citt , ben diversa da come potremmo immaginarla.Contrariamente a quanto ci mostrano i tantissimi film che hanno tentato di raccontare questa storia, Pompei in quei giorni non era certo una citt piena di patrizi e opulente.Innanzitutto fortissima la presenza di liberti che hanno messo su un proprio bussiness e che hanno acquistato le case delle famiglie pi importanti che, a causa dei continui terremoti, hanno deciso di andarsene Potranno anche aver fatto fortuna ma da loro, e dalle condizioni delle loro case, traspare la voglia di ostentare.Inoltre le case richiedono continue riparazioni che sono in corso anche durante quei giorni, manca l acqua a causa di un plausibile crollo di parte dell acquedotto Capite bene che la situazione ben diversa da quella che ci viene sempre mostrata nei film, Pompei una citt in piena emergenza Un altra differenza la periodizzazione sebbene si sia sempre collocata la tragedia alla fine di agosto, in particolare il 24 agosto ovvero nove giorni prima delle calende di settembre, possibile che ci sia stato dovuto ad un errore di trascrizione delle fonti nel corso del tempo In realt l eruzione sarebbe avvenuta il 24 ottobre del 79 d.C., nove giorni prima delle calende di novembre, e a supporto di questa tesi sono state portate numerose motivazioni, dalla presenza di braceri nelle case, al tipo di frutta rinvenuta.Alberto Angela porta pagina dopo pagina alla luce la Pompei di quei giorni e lo fa motivando ogni singola affermazione, decisione che non fa altro che aumentare la qualit del suo lavoro.Veniamo condotti tra le strade della citt , osserviamo le scritte sui muri ancora visibili oggi che ci svelano cos tanti dettagli incredibili, fino a sentirci parte di quella citt e dei suoi abitanti.Questo fino a quando il Vesuvius non si risveglia definitivamente dando inizio ai tragici eventi che travolgeranno, nel senso letterale della parola, migliaia di persone e le loro abitazioni.Anche nel descrivere l eruzione, Alberto Angela motiva in continuazione le sue tesi anche grazie alle sue conoscenze, quelle degli esperti con i quali si consultato, ma anche alla lettera di Plinio il Giovane nella quale sono descritti gli avvenimenti che sono costati la vita a suo zio, l Ammiraglio, studioso e naturalista Plinio il Vecchio.E interessante come si sia sfruttato anche fenomeni recenti per poter capire al meglio le dinamiche ed esporle in modo esaudiente.Questo libro un pozzo ricchissimo di informazioni, correlate da immagini e ricostruzioni Si pu imparare cos tanto su quella Pompei e sugli eventi disastrosi che l hanno seppellita in queste quasi cinquecento pagine che impossibile non venire travolti dalla voglia di andare o nel mio caso ritornare a visitare quei luoghi per poter indagare noi stessi, seguendo i consigli di Alberto Angela, e cercare dettagli che cos tanto possono raccontarci Un altro meraviglioso libro di Alberto Angela che, con il suo stile inconfondibile, ci accompagna tra le pagine della storia


  3. Sandra | Pixelnische Sandra | Pixelnische says:

    Ein gro artiges Buch, das auf wunderbar recherchierte und nachhaltig beeindruckende Weise Geschichte, Alltag und das Schicksal Pompeiis und seiner Bewohner lebendig werden lie , mich ber 400 Seiten lang an die Hand nahm und in diese faszinierende antike Stadt eintauchen lie Sehr empfehlenswert.


  4. Simone Simone says:

    Ho sempre apprezzato la storia romana e i documentari di Piero e Alberto Angela, quindi mi aspettavo di gradire molto questo libro.E stato piuttosto interessante vedere i risultati del lavoro fatto degli archeologi, che a partire da dettagli apparentemente banali riescono a ricostruire il passato in modo sorprendente, con la precisione di un investigazione poliziesca.Invece, il modo con cui stato scritto ha contribuito a diminuire il mio entusiasmo iniziale.Infatti, sembra di leggere la tra Ho sempre apprezzato la storia romana e i documentari di Piero e Alberto Angela, quindi mi aspettavo di gradire molto questo libro.E stato piuttosto interessante vedere i risultati del lavoro fatto degli archeologi, che a partire da dettagli apparentemente banali riescono a ricostruire il passato in modo sorprendente, con la precisione di un investigazione poliziesca.Invece, il modo con cui stato scritto ha contribuito a diminuire il mio entusiasmo iniziale.Infatti, sembra di leggere la trascrizione letterale di uno dei programmi TV di Alberto Angela C un frequente uso di quel modo di comunicare tipicamente televisivo che sembra fuori posto in un librose entrate nelle case di Pompei, fateci caso, trovateLe frequenti descrizioni possono risultare difficili da seguire, in assenza di video o immagini le fotografie a colori incluse nel libro coprono solo una piccola parte di quanto descritto.Il libro un saggio che si sforza di sembrare un romanzo, a mio avviso con scarso successo, e alla fine rischia di non convincere n come romanzo n come saggio E apprezzabile il tentativo di rendere il contenuto meno tecnico e pi accessibile ad un lettore qualunque Tuttavia i personaggi, troppo numerosi e descritti in modo superficiale, appaiono e scompaiono in modo casuale, infatti sono pi che altro un pretesto per parlare di luoghi ed eventi storici e per collegare tra loro i diversi capitoli.Diversamente da quanto promesso nella presentazione del libro, non mi sembrato un viaggio emozionante forse eccetto gli ultimi capitoli n sconvolgente n mozzafiato Pi che altro c una lunga serie di descrizioni, che a volte sono risultate piuttosto noiose.Infine mi sembrata singolare l insistenza dell autore nel soffermarsi ripetutamente sugli aspetti erotici della vita a Pompei, andando oltre la legittima necessit di descrivere tutti gli aspetti di un epoca storica E come se il libro fosse rivolto ad un pubblico che non vede l ora di imparare tutti i dettagli a luci rosse della vita privata degli antichi Romani


  5. Mariposa& Mariposa& says:

    Stupendo A fine libro ti senti di aver scoperto un mondo inesplorato Sul blog trovate la recensione completa Stupendo A fine libro ti senti di aver scoperto un mondo inesplorato Sul blog trovate la recensione completa


  6. Селина Йонкова Селина Йонкова says:

    , , , , , , , , , 79, , .


  7. eliophilia eliophilia says:

    Penso sia un enciclopedia su Pompei ben strutturata e mai stancante.


  8. FrancescoML FrancescoML says:

    L enorme talento del divulgatore e il buon mestiere di narratore si fondono un questa cronaca dei tre giorni di Pompei Sono i tre giorni a ridosso della eruzione del Vesuvio che poi non era ancora il Vesuvio di ora dell agosto del 79 Ottimo libro, belle ricostruzioni storiche, ricco di informazioni e di Storia Forse l unico difetto, veniale, che in alcuni momenti la passione del divulgatore indulge in un didascalismo almeno per me un po fastidioso Pero vale davvero la pena leggerlo L enorme talento del divulgatore e il buon mestiere di narratore si fondono un questa cronaca dei tre giorni di Pompei Sono i tre giorni a ridosso della eruzione del Vesuvio che poi non era ancora il Vesuvio di ora dell agosto del 79 Ottimo libro, belle ricostruzioni storiche, ricco di informazioni e di Storia Forse l unico difetto, veniale, che in alcuni momenti la passione del divulgatore indulge in un didascalismo almeno per me un po fastidioso Pero vale davvero la pena leggerlo anche se, come il sottoscritto, di quei tre giorni gi sapete qualcosa


  9. Diana Diana says:

    Questo romanzo storico, ambientato nei tre giorni precedenti all eruzione del monte Vesuvius, che ai tempi era poco pi di una collina, racconta uno degli eventi pi tragici ed incredibili della storia italiana e forse mondiale E per farlo mette insieme tutto ci che si potuto ricostruire grazie agli scavi ed agli studi sostenuti negli anni da archeologi e vulcanologi.Ci regala uno scorcio molto interessante sulla vita degli abitanti di Pompei ed Ercolano che abitavano su una bomba ad orologe Questo romanzo storico, ambientato nei tre giorni precedenti all eruzione del monte Vesuvius, che ai tempi era poco pi di una collina, racconta uno degli eventi pi tragici ed incredibili della storia italiana e forse mondiale E per farlo mette insieme tutto ci che si potuto ricostruire grazie agli scavi ed agli studi sostenuti negli anni da archeologi e vulcanologi.Ci regala uno scorcio molto interessante sulla vita degli abitanti di Pompei ed Ercolano che abitavano su una bomba ad orologeria e non lo sapevano, e che si sono ritrovati a subire la forza pi devastante che la natura potesse ideare, senza praticamente rendersene conto.Il libro ben strutturato, il conto alla rovescia crea una tensione continua, ma allo stesso tempo l autore ti fornisce anche moltissime informazioni affascinanti sulla vita e la cultura di un popolo a noi tanto lontano e contemporaneamente vicino, nelle tradizioni e nell immaginario collettivo.Unico piccolo appunto scritto in tono molto semplicistico, forse un po troppo Capisco cercare di renderlo fruibile al maggior numero possibile di pubblico, per ogni tanto era anche eccessivo


  10. Nippon Nippon says:

    Completo,istruttivointenso Ho ottenuto molte informazioni che prima non avevo dall esistenza di Somma ai gas killer Ho scoperto di non aver saputo niente sull argomento prima che l autore ne parlasse Trattava di tutto dalle tubature al trucco per signore Il lettore ha la sensazione che egli abbia percorso realmente quelle vie Lontano anni luce dalle mie solite letture, ho trovato difficile non leggere un racconto A Angela non desidera che il lettore dimentichi chi sono stati i pomp Completo,istruttivointenso Ho ottenuto molte informazioni che prima non avevo dall esistenza di Somma ai gas killer Ho scoperto di non aver saputo niente sull argomento prima che l autore ne parlasse Trattava di tutto dalle tubature al trucco per signore Il lettore ha la sensazione che egli abbia percorso realmente quelle vie Lontano anni luce dalle mie solite letture, ho trovato difficile non leggere un racconto A Angela non desidera che il lettore dimentichi chi sono stati i pompeiani e cos era Pompei prima dell eruzione E evidente la sua intelligenza,proprieta di linguaggio, sensibilita ed onesta intellettuale Un esempio per tutte e la scelta di dar spazio anche a tesi che non condivide come datare la tragedia ad agosto Non ho mai potuto visitare Pompei, ma sono certa che non sarei mai stata cosi pronta come lo sono ora, ricca di una conoscenza e sensibilita che prima non possedevo Saprei davvero Vedere le scritte sui muri, le vittime, le ultime ore